“Per i ciechi del Togo” – aprile 2021

E’ attualmente in tipografia il nuovo numero del notiziario che spediremo a breve ai nostri sostenitori.
Anticipiamo la versione digitale, come sempre anche in formato TXT per garantire a tutti una maggiore leggibilità.
In copertina c’è la foto di una ragazzina che legge con una lente: nel testo parliamo tra le altre cose del nostro rinnovato impegno per i tanti ipovedenti di questo paese a cui cerchiamo di dare risposte, necessariamente flessibili e personalizzate perché i loro bisogni sono diversissimi.

Ecco il sommario:

In tutto il Togo, dove serve, noi ci siamo – di Flavio Fogarolo

Leggi tutto“Per i ciechi del Togo” – aprile 2021

Un prezioso aiuto dall’Istituto Comprensivo di Noventa Vicentina

Un prezioso regalo natalizio ci è giunto dai ragazzi e dagli insegnanti dell’Istituto Comprensivo Statale di Noventa Vicentina che hanno raccolto per i bambini ciechi del Togo un’offerta di 700 euro. Come abbiamo già comunicato loro, con questi soldi acquisteremo e manderemo in Togo 100 tavolette con punteruolo per scrivere in braille, indispensabili per i … Leggi tuttoUn prezioso aiuto dall’Istituto Comprensivo di Noventa Vicentina

Si parla delle nostre iniziative in Togo anche nella rivista dell’Unione Italiana Ciechi

Nel numero di dicembre 2020 del Corriere dei Ciechi , quattro pagine dedicate al Togo.

Iniziative di sostegno in Togo – Come l’istruzione ha cambiato la vita ai ciechi in Togo

di Flavio Fogarolo

Apri la versione in PDF

Il Togo è un piccolo paese dell’Africa subsahariana affacciato sul golfo di Guinea. Da alcuni decenni è stato teatro di importanti iniziative di sostegno nel campo dell’istruzione dei non vedenti che hanno prodotto nel tempo risultati veramente eccezionali in termini di emancipazione sociale e culturale. È un progetto di grande rilevanza che anche l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sta sostenendo generosamente.
Come in molti paesi africani, anche in Togo vivono molte persone che, per i motivi più disparati, hanno perso la vista e tra queste ci sono anche tanti bambini che, però, a differenza di altri paesi limitrofi, in gran maggioranza vanno a scuola. Non si può dire al 100% perché succede ancora, girando per i villaggi più isolati con le iniziative di screening oculistico, che ogni tanto spunti qualche ragazzino cieco che non ha mai visto un medico e i cui genitori mai sono stati informati della possibilità di portarlo a scuola, ma sono eccezioni che si contano sulle dita delle mani.

Leggi tuttoSi parla delle nostre iniziative in Togo anche nella rivista dell’Unione Italiana Ciechi

In consegna le nuove carte geografiche per ciechi

Dovevano essere presentate, assieme ad altri nuovi materiali didattici, durante l’incontro con una delegazione di insegnanti di tutte le scuole per non vedenti del Togo, in programma lo scorso mese di maggio, ma l’emergenza Covid ha bloccato il nostro viaggio. Una parte di questi materiali erano già stati spediti in Togo lo scorso marzo e … Leggi tuttoIn consegna le nuove carte geografiche per ciechi

Nella scuola del suo villaggio poteva solo ascoltare

M’Yakou Honoré, cieco totale, è entrato da poco per la prima volta all’istituto dei ciechi Ifram di Sokodé. Ha nove anni e ha già frequentato tre classi al suo villaggio, ma nessuno sapeva come insegnargli a leggere e a scrivere e così ha potuto solo ascoltare quello che diceva la maestra. Ma in questo modo … Leggi tuttoNella scuola del suo villaggio poteva solo ascoltare

Si aprono le scuole anche in Togo. Finalmente!

Anche quelle per ciechi, come tutte le scuole in Togo, sono  state chiuse per mesi, ma ora finalmente si riparte! Gli insegnanti sono piuttosto preoccupati per gli effetti di questa lunghissima sospensione delle lezioni, che in Togo non ha avuto neppure un qualcosa che assomigliasse alla nostra didattica a distanza. «Alcuni hanno dimenticato quasi tutto» … Leggi tuttoSi aprono le scuole anche in Togo. Finalmente!