Uno sforzo per aiutare la piccola Jade

Sabato scorso, 14 dicembre, si è presentato a Moise Tchapo, il nostro referente in Togo, un papà con una bambina di neppure tre anni. Jade, questo il suo nome, ha perso un occhio per un tumore ed è condannata a perdere di sicuro anche l’altro se non si fa nulla.

Jade con il papà
Jade con il papà

La mamma di Jade è morta pochi mesi fa per un cancro al seno, dopo una lunga malattia. Il padre aveva affidato la piccola a dei parenti ma nessuno si era accorto che nel suo occhio destro si sviluppava una macchia che ormai l’ha messo fuori uso. La stessa macchia, ancora molto piccola, è presente anche nel sinistro.
Il padre è disperato anche perché ha speso tutto quello che aveva per cercare di far curare la moglie, e ora è rimasto solo con debiti. Qui non esiste assistenza sanitaria e si paga tutto.

Leggi tuttoUno sforzo per aiutare la piccola Jade

Quindici nuovi studenti universitari ciechi in carico al nostro progetto

Tra la fine di settembre e i primi di ottobre è iniziata la scuola in tutto il Togo e ovviamente anche negli istituti per ciechi che seguiamo. La novità più rilevante di quest’anno è l’alto numero di studenti universitari non vedenti che hanno superato il BAC, esame di maturità, a luglio e hanno chiesto di … Leggi tuttoQuindici nuovi studenti universitari ciechi in carico al nostro progetto

1° giugno 2019: assemblea del Gruppo S. Francesco a Castel d’Azzano

L’assemblea generale del Gruppo S. Francesco si è tenuta quest’anno il 1° giugno a Castel d’Azzano, nel centro che ospita Padre Fabio Gilli. Oltre a lui erano presenti anche diversi altri padri comboniani interessati ai i temi che ci stanno a cuore: il Togo e la cecità. Pubblichiamo la conclusione della relazione presentata ai soci … Leggi tutto1° giugno 2019: assemblea del Gruppo S. Francesco a Castel d’Azzano